SPIIP



  • 56
  • 2009
  • Philippe Briand
  • Jean-Marc Piaton
  • Scafo in alluminio Sovrastrutture in composito
  • 26,32 m / 86'4''
  • 6,54 m / 21'5''
  • 2,00/4,00 m - 6'7''/13'1''
  • 62 t / 136.710 lb
  • 15 t - 33.075 lb
  • Cutter
  • 385 m² / 4.143 piedi quadri
  • 220 cv

Brochure   Layout  






 



Secondo yacht CNB per lo stesso proprietario (da cui la seconda "i" di "Spiip"!), questo progetto Briand è chiaramente il fratellino minore di Hamilton II. Consegnato due mesi dopo Chrisco, è costruito in alluminio sullo scafo e sul ponte, rinforzato con sovrastrutture in composito. La chiglia sollevabile garantisce l'accesso a qualsiasi ormeggio con soli 2 metri di pescaggio d'acqua in posizione elevata. Perfettamente proporzionato, Spiip è uno yacht ben congegnato, dalla fluidità di circolazione sul ponte agli interni, proposti con due cabine per gli ospiti, due per l'equipaggio e una suite dell'armatore. Seduti nel quadrato o al tavolo da carteggio è possibile ammirare l'orizzonte grazie alle generose vetrate del roof - un design d'interni firmato Jean-Marc Piaton. La prima di una lunga serie di collaborazioni con questo designer, che firmerà per CNB anche i semi-custom  76' e 66'.
La suite dell'armatore e la sua stanza da bagno privata si trovano a poppa, poco oltre l'ampio garage per scialuppe. La cucina e le aree per l'equipaggio sono distribuiti tramite un corridoio a prua del quadrato, dove l'albero in carbonio verniciato trova il suo spazio naturale. I volumi dei vani sono generosi e perfettamente integrati.
Progettato per un proprietario che ha sempre lodato le qualità marine e il "carattere rassicurante anche in mare grosso", Spiip ha accumulato 60.000 miglia in cinque anni. La sua scia l'ha condotto fino in Polinesia.

Immagini